Barbaresco Gaja 1991 - Enoteca Marino a Chiavenna

Barbaresco Gaja 1991

Descrizione

Barbaresco Gaja 1991 – Annate Disponibili: 1991 – 1993 – 1994

La cantina Gaja nasce nel 1859 a Barbaresco, nel cuore delle Langhe, ed è da sempre riconosciuta come uno dei nomi-simbolo nella produzione di Barbaresco.

Dal fondatore Giovanni sino ad Angelo Gaja, questa famiglia ha saputo imporsi nel panorama vinicolo mondiale grazie alla costante ricerca della qualità. Il Piemonte è una delle regioni più vocate per la produzione di grandi vini, ma il terreno non basta: sono necessarie passione e competenza. E il nome Gaja fa certamente parte di questa categoria.

Angelo Gaja, il nonno, negli anni ’60 ha avuto il merito di rinnovare le tradizioni e importare nuove tecniche produttive. Un successo, quello di Gaja, costruito con intelligenza e intuizione, ereditato dai sacrifici dei predecessori e sviluppato e consolidato negli ultimi decenni grazie alla formidabile guida di Angelo.

Il passato come esperienza, il futuro come obiettivo: così Gaja ha costruito intorno a sé l’immagine di un marchio simbolo della grandezza del Barbaresco. Un vino che sa raccontare la poesia del proprio territorio nel bicchiere.

Angelo Gaja ha fatto del Barbaresco il suo principale vessillo. Prodotto a partire da rigorose selezioni di uve provenienti da 14 vigneti collocati nei comuni di Barbaresco e di Treiso, il Barbaresco Gaja 1991 si presta ad incarnare la natura sfaccettata del suo terroir di nascita.

Affinamento: 1 anno in barrique, 1 anno in botte grande, 1 anno in bottiglia, perchè l’apertura alla modernità non si allontani troppo dal solco della tradizione.

Colore: Rosso granato intenso con riflessi aranciati

Profumo: Elegante, complesso e delicato, con note di frutti di bosco, violette, rose rosse

Gusto: Vigoroso, morbido, vellutato, armonico ed elegante, di lunga progressione

Bottiglia 1,5l
Scroll to top